AprireInUngheria.com è la scelta giusta se desideri Internazionalizzare il tuo Business.

Perché conviene andare in Ungheria e non alle Canarie

Per i propri investimenti scegliere un Paese invece che un altro, lo sai, può determinare il successo – o l’insuccesso – dei tuoi affari. Per questo motivo è necessario valutare molti fattori prima di aprire una società. Magari all’estero, dato che in Italia, ormai, purtroppo non è più possibile fare impresa.

L’Ungheria è il miglior Paese in cui investire

Se sei un assiduo lettore di questo blog, sai già che APRIRE IN UNGHERIA aiuta gli imprenditori a investire in questo Paese. Ma perché proprio l’Ungheria?

La risposta è semplice: perché è il miglior Paese dove investire.

Te l’ho già dimostrato più volte, e per fartelo capire ancora meglio ho scritto una serie di articoli in cui metto a confronto i vantaggi e gli svantaggi dell’Ungheria con altri Paesi europei.

Ho già confrontato Budapest con Albania , Romania , Slovacchia, Slovenia, Malta e Regno Unito.

Oggi voglio parlarti delle Canarie, un gruppo di isole che, nonostante la loro posizione geografica (sono in pieno Oceano Atlantico, di fronte al Marocco), fanno parte a tutti gli effetti dell’Unione Europea in quanto territorio spagnolo.

Prima però di raccontarti quali sono i vantaggi e soprattutto gli svantaggi di queste isole, voglio ancora una volta spiegarti tutti vantaggi dell’Ungheria.

Quali sono i vantaggi dell’Ungheria

Vuoi davvero risparmiare sulle tasse e operare in un Paese in cui la burocrazia è decisamente più snella di quella italiana?

Il Governo ungherese da anni ha capito che per poter crescere ha bisogno di attrarre investimenti stranieri, e per farlo è necessario offrire agli imprenditori un ambiente in cui si possa fare impresa in modo sereno e senza preoccupazioni, con una tassazione bassa e una burocrazia che non ostacoli chi vuole operare in Ungheria.

Per questo ha deciso di applicare una politica di incentivi e di utilizzare appieno i fondi dell’Unione Europea. Inoltre ha previsto una tassazione bassa sia per le aziende che per le persone fisiche.

Quante tasse paghi in Italia? Probabilmente non lo sai, anche perché il sistema fiscale italiano è molto complicato.

In Ungheria, invece, esiste una flat tax, sia per le imprese che per il reddito sulla persona.

Le aziende che operano in Ungheria pagano solo il 9% di tasse, che oggi rappresenta la più bassa tassazione per le imprese nell’intera Unione Europea. Per le persone fisiche, invece, è prevista un’aliquota unica del 15%.

I risultati di questa politica messa in pratica dall’Ungheria si vedono.

Da molti anni questo Paese sta crescendo costantemente. Gli ultimi dati del primo trimestre 2018 ci dicono, infatti, che gli investimenti sono cresciuti del 17% su base annua mentre il PIL è aumentato del 4,4%.

Non solo! Le aziende italiane che scelgono l’Ungheria sono sempre di più (ben 2.600) e insieme fatturano oltre 4 miliardi di euro.

Le Canarie sono una Comunità Autonoma della Spagna

Torniamo ora all’argomento di questo articolo.

Le Isole Canarie sono una Comunità Autonoma della Spagna, dove però vigono leggi e regimi fiscali convenienti, tanto che sono molti gli stranieri – anche italiani – che scelgono questo arcipelago come meta per i propri investimenti o per viverci, magari dopo essere andati in pensione.

Da sempre le Isole Canarie hanno avuto un trattamento economico e fiscale agevolato rispetto alle altre Comunità Autonome, anche prima che la Spagna entrasse a far parte della UE. Questo proprio per la loro posizione geografica e la loro caratteristica di essere, appunto, isole.

Oggi le Canarie sono considerate dall’Unione Europea “Regione Ultraperiferica”.

Quante tasse si pagano alle Canarie?

Alle Canarie, così come previsto dal Real Decreto-Ley 4/2013 del 22 febbraio 2013, per le aziende è prevista una flat tax al 15% per i primi due anni di attività. Alla fine di questo periodo, la tassazione sale al 25%.

Diversa è la tassazione per le persone fisiche, che prevede diverse aliquote a seconda del reddito e che arrivano fino al 24%.

Attenzione: alle Canarie si registrano molte truffe

Come ti ho già detto altre volte, in Ungheria si vive bene: la qualità della vita è eccellente e fenomeni di criminalità sono pressoché assenti in tutto il Paese. A differenza delle Canarie, dove si registrano spesso fenomeni di truffe ai danni degli stranieri.

Più volte, infatti, il Consolato italiano alle Canarie ha denunciato la messa in atto di tecniche commerciali e pubblicitarie ingannevoli attraverso i vari media che invitano i nostri connazionali a trasferirsi in queste isole.

È possibile facilmente reperire su internet informazioni ingannevoli sulle Canarie.

Capita, infatti, di trovare offerte di immobili che vengono messi in vendita a un terzo del prezzo di mercato. Tuttavia, quando poi ci si reca in loco per procedere all’acquisto, in molti scoprono che quell’affare non è più disponibile e vengono proposti immobili a prezzi molto più alti. O anche dati non corretti sulle imposte reali da pagare alle Canarie, sia per le persone fisiche che per le aziende.

Perché NON scegliere le Canarie

Nonostante le Canarie siano considerate da molti una meta ideale per i propri investimenti, come puoi vedere, in realtà l’Ungheria offre decisamente vantaggi maggiori.

Una tassazione del 15% che diventa del 25% dopo due anni dall’avvio dell’attività di un’impresa e le imposte sui redditi delle persone fisiche con più aliquote che raggiungono il 24% dovrebbero già convincerti quanto sia più conveniente l’Ungheria.

Come ti ho già detto in questo articolo, in Ungheria vige una flat tax per le imprese del 9% e una per le persone fisiche del 15%.

Questo vale anche e soprattutto per i molti italiani che scelgono di andare a vivere alle Canarie per godersi la meritata pensione. Come sai, i pensionati che vivono all’estero ricevono l’intera somma lorda del loro assegno pensionistico e pagano le tasse nel Paese di residenza.

Anche il costo orario medio del lavoro alle Canarie più alto: oltre 20 euro la media spagnola, contro una media ungherese di 9,1.

Inoltre c’è da valutare un altro aspetto fondamentale: la posizione geografica.

Le Isole Canarie, pur essendo a tutti gli effetti territorio spagnolo e di conseguenza dell’Unione Europea (la Spagna, come l’Ungheria, aderisce a Schengen), geograficamente sono ben lontane da tutti i Paesi europei. Infatti si trovano molto più a sud, nell’Oceano Atlantico, di fronte al continente africano. Sono quindi difficilmente raggiungibili e mal collegate con gli altri Paesi. I collegamenti con l’Italia sono poco frequenti e in alternativa è necessario fare scalo in Spagna: ovviamente i costi di un volo da e per le Canarie non sono economici.

Questo è di certo un fattore da non sottovalutare perché rendono queste isole decisamente non ideali dal punto di vista della logistica e soprattutto per il trasporto delle merci.

Conviene scegliere l’Ungheria!

Sei ancora sicuro di voler scegliere le Canarie?

Come ti ho dimostrato anche questa volta, conviene investire in Ungheria!

Noi di APRIRE IN UNGHERIA aiutiamo gli imprenditori che hanno intenzione di investire qui e tutti gli italiani che vogliono trasferirsi in Ungheria, magari per godersi la pensione e avere più soldi liquidi da poter spendere in un Paese che, tra l’altro, ha un costo della vita molto basso.

Per risparmiare sulle tasse non serve andare troppo lontano. Vieni in Ungheria! Contattaci subito!

Condividi l'Articolo!: