AprireInUngheria.com è la scelta giusta se desideri Internazionalizzare il tuo Business.

Sicurezza e legalità in Ungheria: cosa sapere e come muoversi

Noi italiani conosciamo bene il valore vero della sicurezza. Soprattutto sappiamo perfettamente quanto questa possa influire sugli investimenti e quindi sulle dinamiche di sviluppo di intere aree geografiche.

La sicurezza è un bene prezioso, indispensabile ed è una delle condizioni necessarie, proprio come l’acqua, l’energia elettrica o le strade, perché l’economia di un territorio possa realmente svilupparsi e portare quel benessere a cui tutti aspiriamo.

Per questo, le prime domande che si pongono gli imprenditori italiani che stanno valutando di trasferire le proprie attività in Ungheria sono proprio queste: l’Ungheria è un Paese sicuro? I miei investimenti correranno dei rischi?

L’Ungheria è un Paese sicuro?

La risposta è che certamente l’Ungheria è tra i Paesi europei con il più alto tasso di sicurezza.

A cominciare proprio dall’incidenza di quei fenomeni che in Italia abbiamo purtroppo imparato a conoscere e che in alcune regioni costituiscono un vero e proprio ostacolo allo sviluppo.

Parliamo delle estorsioni, quell’odiosa pratica criminale che mette in ginocchio le aziende e costringe gli imprenditori a un costante stato di soggezione che di fatto accompagna quotidianamente la propria esistenza.

Parliamo anche della corruzione che si materializza di solito sotto forma di  richiesta di tangenti a  opera di rappresentanti politici e funzionari della pubblica amministrazione, pratica altrettanto odiosa perché messa in atto da chi istituzionalmente dovrebbe rappresentare i cittadini o tutelarne i diritti garantendo la civile convivenza e la possibilità per tutti di fare impresa.

Ebbene, entrambi i fenomeni sono sostanzialmente assenti nello scenario ungherese che anche per questo si configura come uno dei più sicuri d’Europa soprattutto per le imprese che operano o che si apprestano a investire.

Ti sei mai chiesto quanto le estorsioni e la corruzione abbiano influito sulla scelta della localizzazione degli investimenti in alcune aree geografiche italiane?

Te lo dico io: moltissimo!

Perché le imprese cercano prima di ogni altra cosa sicurezza e certezza delle regole.

Questi due elementi, merce piuttosto rara in Italia, li trovi certamente in Ungheria dove la criminalità è pressoché inesistente e dove non è neanche immaginabile la crescita in futuro di fenomeni criminali “d’importazione” data l’impossibilità sostanziale per i cittadini stranieri extra UE di accedere senza un regolare permesso.

Perciò la vita in Ungheria è generalmente molto tranquilla, sia per le persone sia per le imprese, che hanno la possibilità di investire senza le preoccupazioni che sono costrette spesso ad affrontare in Italia.

Un grado di sicurezza molto alto

Ovviamente gli imprenditori sono anche persone che vivono alla pari degli altri cittadini la vita di tutti i giorni: camminano per le strade, frequentano i locali pubblici, usano i taxi e altri mezzi pubblici, guidano l’automobile e fanno acquisti.

Quale è allora il grado di sicurezza generalmente percepito in Ungheria?

Certamente si può affermare che non solo è di molto superiore a quello normalmente percepito in Italia, ma è tra i più alti in Europa.

A cominciare dall’aspetto delle città in cui la pulizia e l’ordine contribuiscono non poco a consolidare quel senso di sicurezza che nasce e poggia saldamente sull’alto senso civico degli ungheresi. Se hai qualche dubbio, prova a leggere i giudizi dei viaggiatori sul tema della sicurezza a Budapest che trovi su Tripadvisor.

Un Paese sicuro più di tanti altri

Ovviamente non esistono luoghi assolutamente sicuri a prescindere, ma luoghi più o meno sicuri e l’Ungheria lo è sicuramente più di tanti altri.

Le poche criticità sul tema riguardano i turisti, oggetto a volte di piccole truffe.

Basta osservare alcune precauzioni minime, come non farti trascinare da belle ragazze che possono fermarti per strada in qualche bar in cui dopo aver bevuto qualcosa ti presentano un conto abbastanza salato, non prendere “al volo” un taxi per strada perché potrebbe essere abusivo e costarti più del dovuto, prestare attenzione al cambio euro – fiorini  in qualche ristorante e non cascare nella truffa di chi in aeroporto finge di aver perso soldi e documenti e chiede un prestito che ovviamente non restituirà mai.

La severità delle sanzioni

La sicurezza è però una medaglia con due facce. E in Ungheria, l’altra è rappresentata da un grado di severità del regime sanzionatorio dal quale in Italia siamo piuttosto lontani.

Per fare qualche esempio, a essere puniti severamente non sono solo reati gravi come quelli legati al traffico di stupefacenti (le pene possono arrivare fino a 10 anni di reclusione) o agli abusi sessuali (le pene arrivano a 8 anni di reclusione, che possono diventare 12 se sono coinvolti minori), ma anche reati che in Italia non siamo abituati a considerare molto gravi.

È il caso dell’abbattimento di specie di selvaggina protetta da parte dei cacciatori, che può comportare una pena detentiva fino a tre anni, oppure della guida in stato di ebbrezza (che in Ungheria non è assolutamente tollerata, prevedendo un tasso alcolemico non  superiore a 0,05% nel sangue o a 0,025% nell’aria respirata) che può determinare una condanna fino a due anni di reclusione.

Non sai come muoverti in Ungheria? Affidati a noi!

Muoversi in Ungheria sul piano imprenditoriale conviene, ma richiede la conoscenza puntuale di leggi e norme, cosa non del tutto semplice.

Per questo se vuoi investire in Ungheria devi affidarti a professionisti seri e preparati, in grado di offrire una consulenza a 360 gradi che ti consentirà di adottare le scelte più efficaci per il tuo business.

APRIRE IN UNGHERIA è tutto questo.

Se vuoi, potrà essere l’indispensabile supporto per l’internazionalizzazione della tua impresa.

Meglio stare sicuri! Per trasferire la tua attività all’estero fatti aiutare da APRIRE IN UNGHERIA!

Condividi l'Articolo!: