AprireInUngheria.com è la scelta giusta se desideri Internazionalizzare il tuo Business.

Superare la Crisi si può.

…e oggi scoprirai come farlo!

Ogni giorno parlo con imprenditori italiani di ogni settore. Arrivano da me stanchi e frustrati: vorrebbero vedere prosperare la propria attività, ma la crisi li ha messi in ginocchio e il sistema italiano non è stato capace di aiutarli in nessun modo. Scommetto che ti ritrovi in questa descrizione: ultimamente anche tu hai perso il sonno perché non sai come salvare la tua azienda.

Hai mai pensato a un progetto di internazionalizzazione della tua impresa?

Molti degli imprenditori con cui mi confronto hanno due obiettivi principali:

  1. aumentare i ricavi
  2. ridurre i costi

E un giusto piano di internazionalizzazione aziendale può aiutare a raggiungere entrambi gli scopi.

Cosa vuol dire internazionalizzare un’impresa?

Internazionalizzazione è una parola difficile da dire, ma il suo significato è molto semplice. Di fatto, indica l’azione di portare un’azienda all’estero, permettendo all’impresa di:

  • vendere i propri prodotti all’estero
  • acquistare da fornitori esteri
  • produrre all’estero
  • trovare fonti di finanziamento al di fuori dell’Italia

In questo modo, quindi, l’azienda aggiunge una componente internazionale al suo status quo.

Facciamo un esempio concreto. Ecco cosa puoi fare con l’aiuto di Aprire in Ungheria:

  • Trasferimento della ragione sociale e gestione della contabilità’ locale in Ungheria
  • Trasferimento della produzione in Ungheria
  • Trasferimento della ragione sociale e attività’ produttive in Ungheria
  • Trasferimento globale: ragione sociale + residenza + residenza fiscale in Ungheria
  • Apertura di una startup in Ungheria

Scopri se puoi internazionalizzare la tua impresa

Negli ultimi anni, il mercato estero è stato presentato come la soluzione a tutti i problemi. Non dico che non sia lecito pensarla così, ma bisogna anche tenere conto del fatto che non tutte le aziende riescono nell’intento. Varcare i confini nazionali è solo il primo passo, poi però bisogna riuscire a ottenere i risultati sperati.

Come si fa? Prima di pensare a un piano di internazionalizzazione, assicurati che la tua azienda sia solida e fornisca prodotti di qualità adatti al target di riferimento. Devi inoltre avere un sistema d’informazione affidabile e risorse di tempo, denaro, personale) da investire nel progetto.

Hai tutte le carte in regola? Bene, allora è tempo di cercare l’interlocutore adatto a fornirti assistenza e personale specializzato nel disbrigo di pratiche gestionali e adempimenti amministrativi specifici. Ti faccio alcuni esempi: sei abbastanza esperto di contrattualistica internazionale, pagamenti internazionali, questioni fiscali e doganali, trasporti, all’assicurazione del credito?
Probabilmente no, e non devi credere che questo sia un problema!
Tu fai il tuo lavoro (e lo fai al meglio), hai solo bisogno di qualche dritta per capire come affrontare il mercato estero.

Ecco perché Aprire in Ungheria è la risposta ai tuoi problemi! Contattaci per scoprire tutti i vantaggi che puoi ottenere scegliendo di portare la tua attività in Ungheria.

Costruiamo il piano di internazionalizzazione insieme

Per riuscire nell’intento di aprire all’estero, è necessario raccogliere e analizzare informazioni su:

  • strumenti operativi a tua disposizione
  • Paesi di potenziale interesse
  • eventuali bandi pubblici

Ma non preoccuparti: non dovrai fare tutto da solo! Puoi iniziare a orientarti con le informazioni messe a disposizione da Camera di Commercio, ambasciate, associazioni di categoria, agenzie di sviluppo regionali, ma se poi decidi di andare fino in fondo (cioè procedere con un piano di internazionalizzazione) ti consiglio di rivolgerti a chi può davvero aiutarti lungo tutto il percorso.

Se sceglierai di affidarti ad Aprire in Ungheria, puoi star certo che un team di professionisti competenti lavorerà al tuo fianco per il bene della tua azienda. Potrai contare sul nostro appoggio sia in Italia, sia in Ungheria.

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

Condividi l'Articolo!: